Si è svolta domenica 7 aprile con partenza e arrivo sul circuito kart della Pista Salentina di Torre San Giovanni, l’ottava edizione della Marathon del Salento, gara in mountain bike inserita nel circuito del “Trofeo dei Parchi Naturali”.

La gara è organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica MTB Casarano e ha visto un lavoro lungo quasi un anno per preparare al meglio la gara di domenica, con l’impiego di quasi 500 volontari per garantire la sicurezza ai partecipanti e per ripulire il percorso di gara dopo il passaggio degli atleti.

Anche l’edizione di quest’anno, come la scorsa, è stata inserita nel circuito “prestigio” della rivista di settore MTB Magazine. Solo dieci circuiti in tutta Italia che danno la possibilità agli atleti di accumulare punteggio per ottenere a fine campionato l’agognato scudetto “Prestigio”, e che quindi ha attirato nel Salento, anche quest’anno, oltre 1000 bikers da tutta Italia, che si sono sfidati su un percorso molto tecnico di 72 km all’interno del Parco Naturale Litorale di Ugento. Oltre al percorso Marathon c’era la possibilità di seguire un percorso un po’ più leggero di “solo” 42 km, adatto ad atleti escursionisti.

Una vera e propria festa di primavera dedicata al ciclismo fuori strada, entrambi i percorsi attraversavano infatti il meraviglioso parco Naturale “Litorale di Ugento”, un percorso suggestivo, che attraversa la campagna, tra ulivi e macchia mediterranea, affacciandosi sul meraviglioso mare del Salento.

Sulla linea di partenza anche l’artista Nandu Popu, storico componente dei Sud Sound System, che oltre a partecipare alla gara, quest’anno è stato voce e anima del video promozionale dell’evento.

Oltre mille atleti sulla linea di partenza su un totale di oltre 1100 iscritti, arrivati da tutta Italia, i più lontani da Bolzano e dal Trentino e sono stati premiati con prodotti tipici del territorio.

La gara ha preso il via puntuale alle 09.30, e ha visto trionfare Riccardo Chiarini, ciclista professionista di Faenza, 35 anni, che proviene dal mondo del ciclismo da strada, che ha completato il percorso di 72 km in meno di due ore e mezza, per la precisione 02.25.22, secondo classificato assoluto Paolo Colonna classe 87 di Altamura, ad un secondo di ritardo dal primo, e al terzo posto Nicola Taffarel trevisano del 1999 in 02.27.57.

Nella Granfondo invece ha trionfato il sedicenne tarantino Cristian Roberti, che ha completato i 42 km del percorso in 01.36.58.

(foto_Francesco Limonti)